A9 Action Wireless Forum

Chiedi, critica, consiglia. Tutto ciò che riguarda il servizio wireless di A9.Action discutilo qui.
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividi | 
 

 La rete e l'albero

Andare in basso 
AutoreMessaggio
fra

avatar

Numero di messaggi : 510
Base Station : ero connesso su Diff. Barbara4 (Dorsale Nord)
Data d'iscrizione : 16.07.07

MessaggioTitolo: La rete e l'albero   Gio Ago 02, 2007 9:44 am

La differenza base tra una struttura ad albero e una a rete è che nella struttura ad albero c'è un nodo radice da cui tutti i nodi dipendono in una gerarchia di subordinazione, invece nella struttura a rete ogni nodo è collegato contemporaneamente a più nodi, quindi i collegamenti sono ridondanti.

Come noto (sia ai frequentatori del web che ai supporter di al-qaeda) il vantaggio di avere una struttura di collegamenti a rete è che se un nodo cade, cioè si stacca dalla rete, l'infrastruttura non entra in crisi perchè il segnale viene instradato con un percorso alternativo su uno degli altri collegamenti ridondanti.

Invece se un nodo cade con una struttura ad albero tutti i nodi subordinati a questo vengono staccati dalla rete perchè non riescono più a raggiungere il nodo radice.

La riflessione che stavo facendo in questi giorni circa la rete wireless che state installando, sapendo che la radice (il punto da cui prendiamo la banda primaria) sta a Chiaravalle (se non sbaglio) e che avete realizzato diverse dorsali (nord/sud) è: quale struttura ha la rete che state costruendo?

Infatti vedendo che ogni volta che si effettua una riparazione vengono staccate molte utenze e per parecchio tempo, mi è venuto il dubbio che questa rete wireless in realtà ha una struttura ad albero e non a rete come sarebbe auspicabile per tutti.

Quindi volevo chiedervi se effettivamente la rete che si sta sviluppando ha una struttura ad albero (con gli svantaggi che ne derivano, anche per voi visto che non siete liberi di fare una riparazione senza distaccare decine di utenze).

E se per il futuro si prevede (se già non fosse così) di ramificare l'albero, cioè di interconnettere (a diverse altezze) le varie dorsali con collegamenti ridondanti in modo da abbassare il carico dati sulle dorsali principali e rendere più stabile (in caso di riparazioni o guasti) la connessione per tutti.

Insomma a topologia come stiamo messi?

Spero che la riflessione sia utile per tutti, e a me soprattutto per risolvere questa curiosità!

Grazie, Fra
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
mromagno
Utenti Dorsale Nord Zona 1
avatar

Numero di messaggi : 355
Base Station : Belvedere Ostrense [belvedere 3]
Data d'iscrizione : 25.07.07

MessaggioTitolo: Re: La rete e l'albero   Gio Ago 02, 2007 11:12 am

Infatti sarebbe carino avere 1 "mappa"
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
alejandro

avatar

Numero di messaggi : 437
Età : 35
Base Station : tutte
Data d'iscrizione : 10.07.07

MessaggioTitolo: rete ad albero   Gio Ago 02, 2007 1:38 pm

Salve, sono Alejandro, cordinatore tecnico di A9action.
La rete a tutt'ora ha una struttura in bridge (albero, come dice Fra). Nel nostro progetto già è stata studiata e progettata l'implementazione della rete per cambiarne la tipologia in una rete magliata (a rete, come dice Fra), per fare in modo che se per qualche motivo cadesse un link, il resto della dorsale riamanga on-line e permetta comunque all'utenza di navigare. Per fare ciò c'è bisogno di applicare determinate politiche di amministrazioni di rete tramite il routing dei pacchetti.

Il ROUTING (o instradamento) è il meccanismo di selezione del percorso dei dati in una rete informatica.

In una rete basata sullo scambio di pacchetti, il routing seleziona il cammino che permette a un pacchetto di procedere dalla sorgente alla destinazione desiderata, inoltrandolo a successivi nodi intermediari (chiamati router) sulla base di determinati algoritmi.

Ogni nodo mantiene una tabella di routing che gli permette di decidere, a seconda della destinazione finale di ogni pacchetto ricevuto, qual'è il successivo router al quale il pacchetto stesso dovrà essere inoltrato. Ogni passaggio (hop) attraverso un router avvicina il pacchetto alla sua destinazione.

Ciascun pacchetto viene instradato individualmente. Ciò significa che i diversi pacchetti che compongono uno stesso messaggio possono arrivare a destinazione attraversando percorsi (sequenze di nodi) differenti; inoltre, nelle reti a commutazione di pacchetto, i pacchetti possono arrivare a destinazione in maniera non ordinata, o alcuni di questi non arrivare affatto, a seconda del protocollo di comunicazione utilizzato. Le esigenze di integrità e ordine non sono obiettivi dei meccanismi di routing, poiché i processi di routing hanno visibilità solo dei singoli pacchetti e non di un messaggio nel suo complesso.

Nella tecnologia Internet i protocolli di routing sono localizzati nel livello 3 (Rete) della pila ISO/OSI e difatti sono strettamente legati al protocollo IP. I router, che implementano i meccanismi di routing, sono solitamente dedicati alla loro funzione e raramente contengono componenti software che implementino i livelli superiori.
Definizione presa da: http://it.wikipedia.org/

Per fare ciò, c'è bisogno di uno studio approfondito della dorsale, dei punti di smistamento pacchetti e soprattutto della politica di routing da adottare e i protocolli per fare ciò (OSPF, RIP, BGP, routes dinamiche, routes statiche, etc.).
Credo di iniziare a programmare la rete questo fine settimana e nella prossima inizieremo il raddoppio delle dorsali per portare ulteriore banda sulla dorsale e sui singoli comuni; come previsione per la fine dei lavori credo non riuscire a finire prima della fine di Agosto anche se non andrò in ferie per finire il più presto possibile.
Resto a disposizione per ulteriori informazioni e/o chiarimenti e colgo l'occasione per porgerVi distinti saluti.


Ultima modifica di il Gio Ago 02, 2007 7:25 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
fra

avatar

Numero di messaggi : 510
Base Station : ero connesso su Diff. Barbara4 (Dorsale Nord)
Data d'iscrizione : 16.07.07

MessaggioTitolo: Re: La rete e l'albero   Gio Ago 02, 2007 5:39 pm

Ok, grazie per la risposta! Ciao, Fra

PS: x la seconda parte, da buon wikipediano ricordo it.wiki andrebbe citata! Wink Basta un link!
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
alejandro

avatar

Numero di messaggi : 437
Età : 35
Base Station : tutte
Data d'iscrizione : 10.07.07

MessaggioTitolo: Re: La rete e l'albero   Gio Ago 02, 2007 7:26 pm

Grazie Fra, me l'ero scordato... tongue
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Townet



Numero di messaggi : 99
Data d'iscrizione : 11.08.07

MessaggioTitolo: Re: La rete e l'albero   Mar Ago 21, 2007 12:44 pm

Vedo con piacere che anche A9 adotterà i principi che stanno alla base delle reti Townet. Infatti ormai da tre Wlanforum diciamo che le reti bridged non si prestano affatto ad una vasta rete di distribuzione, e i problemi che state avendo lo dimostrano, neanche la magliatura a livello 2 con RSTP è efficace.
Tutte le nostre implementazioni utilizzano ormai da tempo il protocollo BGPv4, che offre innumerevoli vantaggi, come la ridondanza e la riduzione dei broadcast, nonchè il confinamento di eventuali problemi al singolo nodo di routing.
Il grosso vantaggio è che possiamo gestire il routing direttamente a bordo degli apparati wireless, senza quindi utilizzare altre macchine che possono rompersi.
Vicino a voi nella provincia di Pesaro, vi è una rete che serve circa 250 utenti, completamente magliata, qualsiasi problema di rotture o black-out, non è determinante nella stabilità della rete. Ogni singola direttrice è in grado di supportare fino a 28Mbps aggregati, le stazioni di energia supportano le macchine per 3 giorni in assenza di Energia elettrica, e schede di controllo monitorano Tensioni, assorbimenti, temperature e intrusioni sugli shelter delle BTS.
Un'appunto su ciò che avete detto, il protocollo di routing dinamico di per se non raddoppia la banda, in quanto, quello disponibile sulle macchine con OS Mikrotik non supporta ne ECMP (equal cost multipath routing), ne il bilanciamento verso 2 PathLenght diversi, quindi il traffico va gestito a livello di marchiatura pacchetti, ma è poco flessibile e molto complicato da gestire.
Per avere bilanciamento occorre usare Zebra/Quagga moddato in modo da bilanciare traffico su 2 direttrici verso gli stessi AS.

Era solo un confronto tecnico
Saluti

E. Grassi
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
fra

avatar

Numero di messaggi : 510
Base Station : ero connesso su Diff. Barbara4 (Dorsale Nord)
Data d'iscrizione : 16.07.07

MessaggioTitolo: tutto ciò è molto... Jargon   Mar Ago 21, 2007 1:47 pm

Townet ha scritto:

Era solo un confronto tecnico

Molto tecnico, io, utente e comune mortale ho capito molto poco.

Saluti, Fra
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
alejandro

avatar

Numero di messaggi : 437
Età : 35
Base Station : tutte
Data d'iscrizione : 10.07.07

MessaggioTitolo: Re: La rete e l'albero   Gio Ago 23, 2007 3:58 pm

Salve Grassi, volevo ringraziarla per l'appunto tecnico, mi ha dato molti spunti su cui lavorare.
Cordialmente
Ps. resto comunque a disposizione per ulteriori confronti o scambi di idee, grazie ancora
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: La rete e l'albero   

Tornare in alto Andare in basso
 
La rete e l'albero
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Amministrare la propria rete - The Dude
» Come scoprire chi è connesso alla propria rete internet
» Come risparmiare GB (rete dati) da parte di Whatsapp
» Recuperare le password salvate della rete internet - WirelessKeyDump
» Albero di Natale a ritmo di musica con Arduino

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
A9 Action Wireless Forum :: OFF-TOPIC :: Internet e Banda Larga-
Andare verso: